Linux mini DLNA Xbox-One

Con la Xbox-One è possibile vedere contenuti multimediali, se tralasciamo i servizi a pagamento offerti via internet, vi sono altri metodi. Aprendo il ‘lettore multimediale’ sulla Xbox ci viene chiesto a quale sorgente si vuole accedere, queste possono essere di due tipi: un hard disk collegato alla porta usb della Xbox, o un server DLNA. Un hard disk può risultare scomodo perché ogni volta che vogliamo aggiungere dei contenuti dobbiamo fisicamente scollegarlo dalla console, collegarlo al pc, caricare i contenuti, scollegarlo dal pc e ricollegarlo alla console. Senza contare che i contenuti saranno disponibili solo alla periferica collegata. Se avete un pc con su linux (va bene anche un raspberry pi) potete configurare un piccolo server DLNA, dove saranno contenuti tutti i file multimediali, e saranno accessibili a tutte le periferiche (Xbox, smart TV, tablet, pc, smartphone, ecc.) collegate alla stessa rete domestica, condizione fondamentale (in poche parole devono essere collegate allo stesso router). Continua a leggere

Creare un lanciatore di XAMPP personalizzato per Unity

Se il semplice lanciatore relativo al gestore di Xampp non è stato creato o non vi basta e volete un pratico launcher con tanto di quicklist per Unity che vi permetta di svolgere tramite click destro determinate operazioni, potrete costruirlo senza problemi seguendo questo procedimento. Continua a leggere

XAMPP e la sicurezza di default

XAMPP è un tool pensato per rendere semplice l’installazione di un webserver al fine di effettuare il deploy di applicazioni home-madepiù che altro a fini di testing, per cui è, almeno di default, un po’ carente in ambito di sicurezza.

In particolare, in un’installazione di base di XAMPP succede questo:

  • l’utente amministratore di MySQL (root) non ha una password;
  • il demone MySQL è accessibile da remoto;
  • ProFTPD utilizza la password “lampp” per l’utente “nobody”;
  • PhpMyAdmin è accessibile da remoto;
  • gli esempi sono accessibili da remoto;
  • MySQL e Apache vengono eseguiti utilizzando i permessi dello stesso utente di sistema (nobody).

Per porre rimedio a questi problemi è consigliabile avviare XAMPP, digitare a terminale

sudo /opt/lampp/lampp security

seguire attentamente le istruzioni, oppure fare click destro sull’icona del launcher, e selezionare “Configura i parametri di sicurezza per XAMPP”.

Per completezza, vi segnalo i vari files e le varie directory di interesse:

  • /opt/lampp/bin/: cartella di installazione di XAMPP;
  • /opt/lampp/bin/mysql: cartella per il monitoraggio MySQL;
  • /opt/lampp/htdocs/: Apache: cartella radice del server web;
  • /opt/lampp/etc/httpd.conf: file di configurazione di Apache;
  • /opt/lampp/etc/my.cnf: file di configurazione di MySQL.
  • /opt/lampp/etc/php.ini: file di configurazione di PHP.
  • /opt/lampp/etc/proftpd.conf: file di configurazione ProFTP.
  • /opt/lampp/phpmyadmin/config.inc.php: file di configurazione di phpMyAdmin

e i vari parametri da terminale per la gestione di XAMPP (che dovranno essere preceduti da sudo /opt/lampp/lampp):

  • start: avvia il servizio;
  • stop : arresta il servizio;
  • restart: arresta e riavvia il servizio;
  • startapache: avvia solo apache;
  • tartssl: avvia apache con il supporto SSL. Questo comando attiva il supporto SSL permanentemente, quindi al prossimo avvio di XAMPP, sarà attivo;
  • startmysql: avvia solo il database;
  • startftp: avvia il server ProFTP. Attraverso tale servizio sarà possibile caricare file nel server web (nome utente «nobody», password «lampp»). Tale comando attiva il supporto FTP in modo permanente, quindi al prossimo avvio di XAMPP, sarà attivo;
  • stopftp: arresta il server ProFTP. Questo comando disattiva il supporto FTP permanentemente, quindi al prossimo avvio di XAMPP, tale servizio non sarà attivo;
  • stopapache: arresta Apache;
  • stopssl: disattiva il supporto SSL per Apache. Al prossimo avvio, il supporto per SSL non sarà attivo;
  • stopmysql: arresta il servizio MySQL;
  • security: avvia un semplice programma per il controllo e la configurazione dei parametri di sicurezza.