Installare XAMPP server su Ubuntu

XAMPP, anche conosciuto come LAMPP, è il modo più semplice possibile per installare sul proprio sistema operativo un server web casalingo: è bene sottolineare che si sconsiglia l’utilizzo di XAMPP su grossi server di produzione a causa della semplicità (e della sicurezza relativamente scarsa) delle opzioni di default a meno che dopo l’installazione si metta mano ai file di configurazione per adeguare la sicurezza alle diverse esigenze. Quindi, se siete alle prime armi, eseguite i vostri test con XAMPP sul vostro PC locale ed allenatevi a modificare manualmente i file di configurazione, prima di usare XAMPP sul vostro webserver esposto al mondo.

All’interno di XAMPP, oltre al server web Apache (con e senza supporto ad SSL), potrete trovare il dbms MySQL e la relativa interfaccia web phpmyadmin, nonché il server FTP ProFTPd.

XAMPP è un tool multipiattaforma che può essere usato sia su Windows che su Linux che su Mac, a patto – ovviamente – di avere i privilegi amministrativi sulla macchina in cui intendete installarlo. Di seguito troverete una guida che vi insegnerà ad installare XAMPP su Ubuntu (14.04 nel mio caso, la procedura non cambia su altre versioni) ed a creare un file .desktop per semplificare le operazioni future. Continua a leggere

Realizzare un Web Server su Ubuntu

La realizzazione di un server può tornare utile in molte situazioni, in questa piccola guida cercherò di descrivere i pochi e semplici passi da effettuare per configurare un ambiente di sviluppo web su un pc con ubuntu linux come sistema operativo. Non utilizzerò di proposito pacchetti preconfezionati alle volte poco personalizzabili come EasyPHP, LAMP, XAMP o simili. L’installazione risulta molto semplice anche installando l’ambiente separatamente, alla fine si avrà comunque un sistema comunemente chiamato LAMP e cioè: Linux + Apache2 + MySQL + PHP. Prima di iniziare ad installare tutto puliamo e aggiorniamo la lista dei pacchetti dai repository, aprite una finestra di terminale e digitate:

sudo apt-get clean
sudo apt-get update

Ora possiamo passare alla fase vera e propria di installazione. Continua a leggere